Versione 6.04 (002)

Progetti internazionali

Progetti d'area (7)

Progetto attivo

DVB-I

La lista programmi del televisore si arricchisce con nuovi canali ricevuti via Internet

Il futuro standard DVB-I si propone di veicolare programmi televisivi su Internet in modo che possano essere ricevuti e visualizzati da una varietà di ricevitori connessi (Smart-TV, PC, tablet, smartphone) con la stessa facilità d’uso con cui oggi possiamo visualizzare i programmi ricevuti da antenna.

I nuovi servizi DVB-I potranno essere individuati e memorizzati con una procedura di installazione funzionalmente equivalente a una scansione delle frequenze, e inseriti in una lista di programmi con una numerazione dei canali (LCN) armonizzata con i servizi broadcast.

Progetto attivo

MULTIDRONE (H2020)

MULTIDRONE è un progetto finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma H2020.

Progetto attivo

Metadati standard per Sistemi di Raccomandazione interoperabili

Al fine di raccomandare all’utente il contenuto per lui sempre di maggiore rilevanza, un editore può decidere di affidarsi contemporaneamente a molteplici sistemi utilizzando quello che ritiene più opportuno. Risulta evidente la necessità di gestire l’interscambio di metadati standard relativi ai contenuti, all’utente ed al particolare tipo di raccomandazione. A tal proposito, lo standard MPEG-21 User Description è in grado di assicurare una interoperabilità tra diversi sistemi di raccomandazione.

 

Progetto attivo

“Single Illumination”

Nuova tecnologia DVB per servire l'utenza satellitare e alimentare i trasmettitori terrestri

La distribuzione satellitare di multiplex DVB-T2 verso i trasmettitori terrestri dislocati sul territorio richiede oggi transponder dedicati per il trasporto dei relativi flussi T2-MI (Modulator Interface), non direttamente utilizzabili anche per la ricezione diretta domestica mediante ricevitori satellitari. Questo causa una duplicazione delle risorse di banda satellitare necessaria e dei relativi costi. Per superare questo problema, il DVB (Digital Video Broadcasting) ha attivato un nuovo gruppo di lavoro, denominato TM-T-JSI, con lo scopo di elaborare un modo ottimizzato per trasportare multiplex DVB-T/T2 da un head-end nazionale verso i trasmettotiri terrestri, permettendo allo stesso tempo la ricezione diretta mediante ricevitori satellitari commerciali DVB-S/S2.

Progetto attivo

Progetto ESA SCORSESE

Il satellite a supporto delle CDN per la distribuzione di contenuti OTT

L’integrazione tra le reti di telecomunicazioni terrestri e satellitari potrà permettere di distribuire i contenuti OTT sul territorio in modo capillare, alleggerendo il carico delle CDN in occasione dei picchi di traffico, a beneficio dell’effettiva qualità dell’immagine percepita dall’utente.