Versione 6.04 (002)

Chi siamo

Il Centro Ricerche, Innovazione Tecnologica e Sperimentazione RAI

Storia

Il Centro Ricerche, Innovazione Tecnologica e Sperimentazione (CRITS) nasce a Torino nel 1930 come “Laboratorio e Officine”, successivamente, nel 1961, diventa “Laboratorio Ricerche”, nel 1999 assume la denominazione di “Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica (CRIT)” e, dal 2018, quella attuale. La sua sede è stata dal 1961 fino al 2014 in Corso Eusebio Giambone 68 e, dal novembre 2014, in Via Giovanni Carlo Cavalli 6, sempre a Torino.

La nostra missione

Il Centro Ricerche, Innovazione Tecnologica e Sperimentazione Supporta il Chief Technology Officer (CTO) nella definizione della strategia tecnologica di evoluzione verso la media company e verso il miglioramento della qualità dei servizi alla clientela.
Ha un ruolo centrale nella pianificazione delle attività tecnologiche.

Supporta l’Azienda nell’adempimento del Contratto di Servizio Rai-Stato sull’attività di ricerca tecnologica.

Studia le nuove tecnologie e i trend nel campo della produzione multi piattaforma audio-video, dei nuovi servizi
multimediali e della trasmissione su reti fisse e mobili.

Contribuisce alla definizione degli standard tecnici collaborando con enti ed organismi preposti in ambito nazionale e internazionale.

Sperimenta in laboratorio e in campo nuovi sistemi e servizi.

Collabora ed affianca le Ingegnerie per lo sviluppo delle attività strategiche e delle applicazioni, assicurando flessibilità nell’utilizzo delle risorse e favorendo sinergie e integrazione con altri settori aziendali su progetti inter-disciplinari, con particolare riferimento alla messa in sicurezza dei servizi correntemente in uso, al consolidamento dei progetti di digitalizzazione avviati ed allo sviluppo di reti, standard trasmissivi e servizi speciali.

Contribuisce alla crescita della cultura aziendale in materia di tecnologia, promuovendo corsi di formazione per il personale tecnico, seminari e pubblicazioni.

 

Riconoscimenti

  • Ricevuto il 14 settembre all’IBC 2014 di Amsterdam un prestigioso premio internazionale per il miglior articolo della Conferenza, che descrive l’attività di sperimentazione svolta in Valle d’Aosta su un’applicazione del digitale terrestre di seconda generazione (T2-lite).
  • Ricevuto il 15 settembre un prestigioso premio  internazionale per l’innovazione  tecnologica con il progetto VISION Cloud,  all’IBC 2013 di Amsterdam
  • Ricevuto nel dicembre 2011 il premio ‘‘Giovanni Giovannini. Nostalgia di futuro”, nell’ambito del Convegno “Innovazione fra sostenibilità e sviluppo” per ’invenzione del primo sistema microfonico in grado di effettuare lo zoom acustico senza soluzione di continuità.
  • Ricevuto il Premio Icmt 2011 per la convergenza Media-driven per il progetto “Rai+“,  che ha vinto per “ l’elevata convergenza tra contenuti e piattaforme, realizzata contestualizzando il flusso di immagini, video e testi televisivi attraverso l’uso delle tecnologie tipiche del mondo internet e delle telecomunicazioni.
    Con Rai+ viene introdotto nella fruizione televisiva l’uso di nuovi terminali (tablet e smartphone) che rendono l’interattività molto più semplice e immediata anche nel ricorso ai futuri servizi evoluti.  Il premio è stato consegnato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nell’ambito della Giornata dell’Innovazione.
  • Ricevuto nel novembre 2010 il premio ‘‘Giovanni Giovannini. Nostalgia di futuro”, assegnato alla Rai per l’alto contributo di innovazione tecnologica nel campo del trattamento automatico dell’informazione multimediale (progetti Hyper Media News e ANTS).
  • Ricevuto nel giugno 2010 il premio ICMT Media Convergence per il sistema Hyper Media News e il suo approccio innovativo con cui viene affrontata la convergenza tra differenti tipologie di contenuto e per il contributo ad un settore di rilevanza cruciale qual è quello dell’informazione. Il premio è stato consegnato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nell’ambito della Giornata dell’Innovazione.